Il servizio di AI-NURECC Infopoint gestito da FAIC a Vasto (IT): uno strumento innovativo per la collaborazione adriatico ionica

Il servizio di AI-NURECC Infopoint gestito da FAIC a Vasto (IT): uno strumento innovativo per la collaborazione adriatico ionica

Il 10 gennaio 2019 il Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio ha inaugurato AI-NURECC Direct Infopoint a Vasto in collaborazione con il Comune di Vasto (Italia), città che detiene la presidenza FAIC. Il servizio, concluso il 31 agosto 2019, è stato progettato dal FAIC in collaborazione con gli altri partner del progetto nell’ambito dell’Iniziativa AI-NURECC, cofinanziata dall’Unione europea.

L’Infopoint è stato un originale, innovativo e strategico strumento (in quanto primo ufficio informazioni EUSAIR aperto ai cittadini) che ha permesso di costruire e consolidare le relazioni tra le organizzazioni della società civile, le autorità locali e le istituzioni europee nonché sensibilizzare sull’EUSAIR e le questioni di cooperazione transfrontaliera tra le comunità locali. L’evento di apertura, a cui hanno partecipato autorità locali, stampa, associazioni di categoria locali, rappresentanti di scuole e università, si è tenuto l’8 marzo 2019 a Vasto ed è stato un’occasione per discutere degli strumenti esistenti a supporto dello sviluppo territoriale dell’area adriatica e ionica nonché di nuove prospettive per il dialogo tra amministrazioni locali e cittadini. Sono stati inoltre individuati alcuni progetti e idee europei riguardanti città e scuole (E-Twinning/Erasmus+, Europe for Citizens, ecc.).

Attraverso l’attivazione di servizi di front-office e back-office, l’Infopoint ha fornito informazioni e consulenza sulle opportunità europee nell’area adriatico-ionica per autorità locali, imprese, giovani, scuole e università, ONG e CSO. I cittadini locali hanno mostrato grande interesse per il servizio sin dalla sua attivazione. Da luglio la responsabile del servizio ha anche focalizzato le sue attività sulla progettazione in collaborazione con le parti interessate locali più rilevanti interessate allo sviluppo di idee e alla condivisione delle migliori pratiche relative ai pilastri EUSAIR.

AI-NURECC Direct Infopoint, in linea con la sua missione, ha facilitato gli incontri tra diverse parti locali interessate come i rappresentanti delle associazioni del commercio e del turismo, la pesca locale, le organizzazioni giovanili, le scuole, le associazioni ambientali e le autorità locali. Per quanto riguarda il campo dell’educazione, l’Infopoint ha promosso il collegamento in rete tra le scuole adriatiche e ioniche che ha portato alla progettazione della concept note di “Vivere le città adriatiche e ioniche” incentrata sull’elemento del faro come simbolo del patrimonio marittimo delle due sponde dell’Adriatico e dello Ionio.

Nel maggio 2019, l’ufficio di AI-NURECC Direct Infopoint ha preso parte a “EXCO 2019”, la fiera internazionale sulla cooperazione, promuovendo l’EUSAIR e l’iniziativa AI-NURECC. Nell’ambito dell’evento, i rappresentanti di FAIC e AI-NURECC Direct Infopoint hanno partecipato in qualità di relatori al seminario “Autorità locali per la cooperazione territoriale” organizzato dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) presentando le iniziative AI-NURECC, le sue principali azioni e il ruolo rilevante dell’Infopoint nell’incoraggiare il networking tra le principali parti interessate locali dell’Adriatico e dello Ionio.

I contatti regolari con le associazioni locali per la pesca e l’ambiente e il coinvolgimento attivo del consigliere ambientale della città di Vasto hanno permesso di organizzare diversi incontri per discutere dei pilastri EUSAIR come la crescita blu e la qualità ambientale. Il 4 luglio si è tenuto l’evento “The Marine Environment Fishing for Litter and Marine Litter Management”. La tavola rotonda è stata un’occasione per affrontare il tema critico dell’ambiente marino per le città costiere. Durante l’incontro i rappresentanti del Comune di Vasto, dell’Università del Molise, dell’Autorità Portuale, delle associazioni ambientali locali, come la sezione regionale di Legambiente e del WWF, le associazioni di categoria, la pesca locale, le compagnie di navigazione e gestione dei rifiuti hanno identificato le possibili azioni per limitare, contrastare ed agire sui rifiuti marini. L’incontro ha portato all’individuazione delle linee guida generali e alla presentazione del progetto “RIGENERA”. Il progetto, guidato dall’Università del Molise, è stato promosso dall’AI-NURECC Direct Infopoint in risposta all’invito a presentare proposte del Fondo europeo per gli affari marittimi e della pesca (FEAMP) e si focalizza sull’economia circolare e sulla gestione dei rifiuti marini sviluppando un catena di recupero, riciclaggio e riutilizzo.

Inaugurazione 

Evento “The Marine Environment Fishing for Litter and Marine Litter Management

EXCO 2019”